1. I taralli sono biscotti a forma di treccia saldata a ciambella diffusissimi in ogni angolo della Sicilia.
    Aromatizzati all’anice e glassati con zucchero e limone, i taralli siciliani hanno una consistenza molto particolare. Sono, infatti, un po’ morbidi all’interno senza per questo essere umidi e, allo stesso tempo, sono friabili come fossero biscotti molto secchi. Se fatti a regola d’arte, i taralli siciliani quasi si sciolgono in bocca, altrimenti non è escluso che si debba ricorrere a un sorso di buon vino liquoroso siciliano per mandare giù il boccone. Per riuscire nell’esercizio di preparare ottimi taralli siciliani occorre dosare correttamente gli ingredienti: l’impasto deve risultare un po’ più morbido rispetto a quello solito dei biscotti ed è tassativo ricorrere a un’alta dose di ammoniaca per dolci che – non preoccupatevi! – evaporerà del tutto con un tempo di cottura e di riposo sufficienti.
    Un tempo i taralli siciliani rientravano fra i tanti dolci che si preparavano per la Festa dei Morti del 2 novembre, ma, data la grande richiesta, oggi, come accade anche per i tetù e teio, si trovano tranquillamente tutto l’anno in ogni forno e pasticceria di Sicilia.

Taralli siciliani | Dolci Siciliani

Ingredienti

Per la pasta dei taralli:

  • 1 kg di farina 00
  • 250 ml di latte
  • 250 g di zucchero semolato
  • 200 g di strutto
  • 3 uova
  • 40 g di ammoniaca per dolci
  • Un cucchiaio di semi di anice
  • Un limone
  • Un cucchiaio di sale

Per la glassa:

  • 500 g di zucchero a velo
  • 2 limoni
  • 50 ml di latte

Informazioni sui taralli siciliani

  • Calorie per 100 g
    340
  • Grassi per 100 g
    10 g
  • Carboidrati per 100 g
    62 g
  • Proteine per 100 g
    6 g
  • Fibre per 100 g
    5 g

Preparazione dei taralli siciliani

Impastare su di una spianatoia la farina, setacciata, con lo zucchero, il sale, lo strutto ammorbidito, le uova, il succo e la scorza grattugiata del limone, l’ammoniaca e i semi di anice, aggiungendo via via un po’ di latte a filo fino a ottenere un impasto un po’ morbido.

Staccare dalla massa dei tocchetti di pasta e stenderli con le mani fino a formare un numero pari di bastoncini dello spessore di 1,5 cm circa e lunghi tra i 12 e i 20 cm. Allineare i bastoncini a coppie, attorcigliarli tra loro a forma di treccia e saldare le due estremità di ogni treccia in modo da creare la classica forma a ciambella dei taralli. Cuocere i taralli siciliani in forno preriscaldato a 180 °C per mezz’ora circa.

Una volta cotti, lasciare raffreddare i taralli siciliani a temperatura ambiente. Infine, spennallarne la parte superiore con una glassa di zucchero stemperato in latte e succo di limone e farli asciugare in forno a 150 °C per 5 minuti.

 

Leggi anche la ricetta dei biscotti regina

Ingredienti: