1. Il torrone di Caltanissetta è uno dei torroni più rinomati d’Italia. D’influenza araba, questo croccante della Sicilia centrale si distingue per la massiccia presenza dei due generi di frutta secca predominanti in Sicilia: le mandorle, di varietà Tuono, e i pistacchi.
    Come tanti altri croccanti, anche il torrone di Caltanissetta viene prodotto nelle versioni a pasta dura o “bloc” e a pasta morbida. La diversa consistenza dipende dal tempo di cottura dell’impasto e dalla proporzione tra miele e zucchero utilizzati nella preparazione.

Torrone di Caltanissetta | Dolci Siciliani

Ingredienti

  • 400 g di zucchero a velo
  • 250 g di mandorle intere pelate
  • 250 g di pistacchi sgusciati non salati
  • 200 g di miele
  • Un albume d’uovo

Informazioni sul torrone di Caltanissetta

  • Preparazione
    2 ore
  • Calorie per 100 g
    449
  • Grassi per 100 g
    22 g
  • Carboidrati per 100 g
    54 g
  • Proteine per 100 g
    9 g
  • Fibre per 100 g
    5 g

Preparazione del torrone di Caltanissetta

Tostare le mandorle e i pistacchi in forno a temperatura moderata fino a quando avranno preso un colorito dorato.

A parte montare un albume a neve, aggiungere il miele liquido e continuare a sbattere finché il composto non sarà diventato chiaro. Quindi amalgamare il composto con lo zucchero, versare il tutto in un tegame preferibilmente di rame e cuocere a fuoco basso, mescolando con cura. Quando la pasta del torrone si sarà indurita secondo il proprio gusto, togliere il tegame dal fuoco, mescolare al preparato i pistacchi e le mandorle tagliuzzate grossolanamente e stendere il torrone all’interno di uno stampo rettangolare posto su carta da forno. Coprire con un altro velo di carta da forno pressando bene e mettere il torrone di Caltanissetta a raffreddare a temperatura ambiente.

 

Leggi anche la ricetta della petrafennula