1. I piparelli sono biscotti speziati simili ai quaresimali per forma e consistenza. Tipici di Messina, il loro nome deriverebbe dall’uso del pepe o dalle stufe a legna sbuffanti come pipe in cui anticamente venivano cotti a soli 50°C anche per due giorni consecutivi. Un tempo i piparelli venivano prodotti soltanto per le feste, ma oggi sono facilmente reperibili nelle pasticcerie e nei forni locali durante tutto l’anno.

Piparelli messinesi | Dolci Siciliani

Ingredienti

  • 1 kg di farina 00
  • 300 g di zucchero
  • 300 g di mandorle
  • 200 g di miele
  • 100 g di strutto
  • 20 g di bicarbonato
  • 2 cucchiaini di pepe macinato
  • Un cucchiaio di scorza di arancia grattugiata
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 2 chiodi di garofano macinati
  • Un uovo
  • Acqua q.b.

Informazioni sui piparelli messinesi

  • Preparazione
    50 minuti
  • Calorie per 100 g
    395
  • Grassi per 100 g
    17 g
  • Carboidrati per 100 g
    59 g
  • Proteine per 100 g
    9 g
  • Fibre per 100 g
    7 g

Preparazione dei piparelli messinesi

Impastare su di una spianatoia la farina, setacciata, con lo zucchero, lo strutto tagliato a pezzetti,  il miele, gli aromi, il cucchiaio di scorza d’arancia, il pepe e il bicarbonato, aggiungendo, appena l’impasto dovesse risultare troppo duro e secco, un po’ d’acqua a filo fino a ottenere una pasta liscia e omogenea, e come ultimo ingrediente, le mandorle intere.

Con l’impasto ottenuto creare dei filoni allungati larghi 5 cm, disporli su una teglia rivestita con carta da forno e spennellarli con l’uovo sbattuto. Quindi cuocere i filoni di pasta in forno preriscaldato a 180° fino a doratura (20-30 minuti). A cottura completata, estrarre la teglia dal forno e lasciare che i filoni dei piparelli si raffreddino un po’ prima di tagliarli in fette trasversali spesse circa 6-8 mm.

Dopo l’affettatura rimettere in teglia le fette adagiandole sulla parte tagliata e cuocere di nuovo in forno impostato a 150°, avendo cura di girare i piparelli a metà cottura in modo che si possano asciugare e dorare ulteriormente da entrambi i lati (10-15 minuti circa).

 

Leggi anche la ricetta dei quaresimali