1. Le ossa di morto sono degli umili croccanti di farina e zucchero aromatizzati alla cannella e chiodi di garofano. Tipiche della Festa dei Morti del 2 novembre, le ossa di morto sono diffuse in tutta la Sicilia, sebbene cambino nomi da zona a zona. A tal proposito, è interessante notare che in alcune aree vengono chiamati nucatuli o mustazzoli, biscotti con i quali le ossa di morto hanno in comune ben poco. Può cambiare il nome, ma mai forma e sostanza di questi dolcetti singolari. Ovunque le ossa di morto sono composte da due parti di consistenza e colore diversi: la parte inferiore scura e dura, la parte superiore bianca e delicata. Questa particolare caratteristica si ottiene grazie a un processo di riposo dell’impasto che consiste nel mettere ad asciugare l’impasto delle ossa di morto al sole finché la superficie non si sia seccata. È infatti il diverso grado di umidità tra esterno e interno a permettere la separazione tra la parte zuccherina e la parte farinosa del composto in fase di cottura. La prima precipita sulla teglia e si cristallizza in caramello scuro mentre la seconda resta in alto a formare il guscio friabile e candido. Tutto questo in teoria, perché per ottenere un risultato estetico particolarmente soddisfacente serve una certa esperienza e un po’ di fortuna. Quindi, buona fortuna!

Ossa di morto | Dolci Siciliani

Ingredienti

  • 600 g di zucchero
  • 500 g di farina 00
  • 150 ml di acqua
  • Un cucchiaino di cannella in polvere
  • Un cucchiaino di chiodi di garofano

Informazioni sulle ossa di morto

  • Preparazione
    3 giorni
  • Calorie per 100 g
    375
  • Grassi per 100 g
    1 g
  • Carboidrati per 100 g
    87 g
  • Proteine per 100 g
    7 g
  • Fibre per 100 g
    6 g

Preparazione delle ossa di morto

In un pentolino riscaldare l’acqua e, quando sta per giungere a bollore, spegnere la fiamma, sciogliere lo zucchero nell’acqua e lasciare intiepidire. Non è importante che lo zucchero si sciolga totalmente.

Impastare su una spianatoia la farina, la cannella e i chiodi di garofano macinati finemente con lo sciroppo di zucchero a filo, fino a ottenere un composto omogeneo, liscio e sodo. Lavorare velocemente l’impasto delle ossa di morto con le mani fino a formare un filone spesso 2 cm. Tagliare il filone di pasta a tocchetti di 4 cm circa e dare a ciascun tocchetto la forma delle ossa.

Mettere le ossa di morto in una teglia rivestita con carta forno a 5-6 cm di distanza tra loro, coprire la teglia con un velo e lasciare a riposo per 2-3 giorni, possibilmente al sole, in modo che la superficie esposta di ciascun biscotto si asciughi e assuma un colorito biancastro.

Una volta trascorsi i 2-3 giorni, bagnare la base dei biscotti con acqua, trasferirli su una teglia rivestita con carta da forno bagnata, mettere il tutto in forno preriscaldato a 180 °C e cuocere per il tempo necessario (10-15 minuti) affinché lo zucchero all’interno delle ossa di morto, sciogliendosi, tenda a depositarsi nella parte inferiore di ciascun biscotto fino a riversarsi sulla carta forno e formare, così, una base caramellata scura e dura che sia in netto contrasto con la parte superiore biancastra e friabile dal sapore di cannella e chiodi di garofano.

Una volta completata la cottura, estrarre la teglia dal forno e lasciare che le ossa di morto si raffreddino a temperatura ambiente prima di consumarle.