1. I ‘nzuddi sono biscotti siciliani mandorlati aromatizzati all’arancia e cannella dalla consistenza un po’ gommosa. Ideati dalle suore vincenziane di Catania, città dove si preparano in occasione della cosiddetta Festa dei Morti del 2 novembre, i ‘nzuddi sono diffusi anche a Messina, dove è usanza consumarli per la festa patronale della Madonna della Lettera. Il loro nome deriva direttamente dall’abbreviazione del vezzeggiativo dialettale del nome Vincenzo.

'Nzuddi | Dolci Siciliani

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 400 g di zucchero
  • 100 g di mandorla tostate
  • 2 cucchiai di miele
  • Un albume d’uovo
  • Scorza di un’arancia candita
  • 5 g di ammoniaca per dolci
  • Cannella in polvere q.b.
  • Acqua q.b.

Informazioni sui ‘nzuddi

  • Calorie per 100 g
    268
  • Grassi per 100 g
    1 g
  • Carboidrati per 100 g
    64 g
  • Proteine per 100 g
    5 g
  • Fibre per 100 g
    8 g

Preparazione dei ‘nzuddi

In una terrina mescolare insieme la farina, lo zucchero, le mandorle tritate finemente, il trito della scorza d’arancia candita, l’ammoniaca e la cannella. Quindi aggiungere l’albume d’uovo montato a neve e i due cucchiai di miele e cominciare a impastare il tutto con acqua da aggiungere a filo fino a ottenere un composto omogeneo e dalla consistenza abbastanza soda ma un po’ appiccicosa.

Staccare dall’impasto dei tocchetti e modellarli su una spianatoia cosparsa di due parti di zucchero e una parte di farina, dandogli una forma più o meno circolare molto larga e dello spessore di 1 cm circa.

Trasferire i ‘nzuddi su una teglia rivestita con carta da forno e collocare una mandorla intera al centro di ciascun ‘nzuddo. Riporre il tutto in forno preriscaldato ventilato a 200 °C e cuocere finché gli ‘nzuddi non avranno assunto un colorito dorato, quindi continuare la cottura a 100 °C per una decina di minuti al massimo cosicché i biscotti si asciughino per bene anche al loro interno.