1. I gigi sono dolci fritti molto semplici delle tradizione rurale delle Isole Eolie. Hanno molte analogie con la pignoccata palermitana, con la quale condividono forma e buona parte degli ingredienti utilizzati per la croccante pasta fritta, ma vengono glassati con vino cotto anziché miele. Inoltre, come la pignoccata, i gigi sono tipici del Carnevale.

Gigi eoliani | Dolci Siciliani

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 300 ml di vino cotto bianco o Malvasia
  • 100 g di strutto
  • 75 g di zucchero semolato
  • 2 tuorli d’uovo
  • 1/2 bicchiere di Malvasia
  • Zucchero a velo q.b.
  • Cannella in polvere q.b.
  • Una presa di sale
  • Olio per friggere

Informazioni sui gigi eoliani

  • Calorie per 100 g
    344
  • Grassi per 100 g
    19 g
  • Carboidrati per 100 g
    40 g
  • Proteine per 100 g
    7 g
  • Fibre per 100 g
    6 g

Preparazione dei gigi

Impastare su di una spianatoia la farina, setacciata, con lo zucchero, il sale, lo strutto tagliato a pezzetti e i tuorli d’uovo, aggiungendo un po’ di Malvasia a filo fino a ottenere una pasta morbida e omogenea, e lasciare riposare la pasta per un quarto d’ora.

Trascorso questo tempo, stendere l’impasto su di una spianatoia formando dei bastoncini dello spessore di 1 cm. Quindi tagliare i bastoncini in tocchetti lunghi circa un paio di centimetri ciascuno.

Friggere poco per volta i gigi in abbondante olio caldo, rigirandoli di tanto in tanto fino a farli dorare, e riporli infine su carta assorbente in modo che perdano l’olio in eccesso.

Dopo la frittura scaldare in un tegame il vino cotto, versarvi i gigi e mescolare bene per un paio di minuti. Terminata questa operazione, trasferire i gigi su un piatto da portata, cospargerli eventualmente con zucchero a velo e un po’ di cannella e servirli subito.

Ingredienti: