1. A dispetto del nome, il gelato di campagna non è un gelato ma un dolciume immancabile nelle bancarelle che fiancheggiano le strade principali durante le feste popolari siciliane. Fatto di zucchero fuso e condito con pistacchi, mandorle e canditi, il gelato di campagna ha origini conventuali e intende ricordare con i suoi tre colori l’arrivo di Garibaldi a Palermo nel 1860 e la conseguente annessione della Sicilia all’Italia. Il gelato di campagna si trova in due forme: la forma squadrata si trova nelle bancarelle ambulanti, la forma a mezzaluna è tipica delle pasticcerie.

Gelato di campagna palermitano | Dolci Siciliani

Ingredienti

  • 1 kg di zucchero
  • 150 g di mandorle tritate
  • 150 g di mandorle sgusciate
  • 100 g di pistacchi
  • 100 g di acqua
  • 200 g di canditi vari
  • Un cucchiaino di cannella
  • Coloranti naturali bianco, rosso e verde

Informazioni sul gelato di campagna

  • Preparazione
    13 ore
  • Calorie per 100 g
    425
  • Grassi per 100 g
    12 g
  • Carboidrati per 100 g
    79 g
  • Proteine per 100 g
    5 g
  • Fibre per 100 g
    3 g

Preparazione del gelato di campagna

Versare in un tegame posto a fuoco medio l’acqua e sciogliervi lo zucchero. A 70 °C aggiungere alla miscela le mandorle ridotte a granella e quelle intere e i pistacchi, mescolando in continuazione fino ad avere un composto ben denso.

Quindi togliere il composto dal fuoco, amalgamarvi la frutta candita tagliata a dadini e un cucchiaino di cannella, dividerlo in tre porzioni che andranno colorate di bianco, rosso e verde continuando a mescolare energicamente.

Una volta che le tre masse colorate saranno diventate abbastanza solide, pressarle in un unico stampo rettangolare e sistemare il tutto in frigorifero per 12 ore.

Trascorso questo tempo, togliere il gelato di campagna dallo stampo e tagliarlo a fette come se fosse un tronchetto gelato.