1. Le cassatelle sono ravioli dolci fritti ripieni tipici della Sicilia occidentale che è usanza consumare a Carnevale, per la Festa di San Giuseppe e a Pasqua. Inventate nel XVIII secolo forse a Calatafimi, queste sottili sfoglie dorate condividono con gli omonimi dolci di Agira la forma a mezzaluna ma non il metodo di cottura né il ripieno. La farcitura classica delle cassatelle consiste, infatti, in crema di ricotta e gocce di cioccolato. Tuttavia, in determinate zone vengono usati altri ripieni a base di legumi. Ad esempio, nelle zone di Partinico e Lascari, in provincia di Palermo, le cassatelle sono ripiene di una interessante passata di ceci condita con zucchero, cannella, gocce di cioccolato e zucca candita a dadini.

Cassatelle (ravioli dolci) | Dolci Siciliani

Ingredienti

Per la pasta:

  • 500 g di farina 00
  • 100 ml di Marsala o vino rosso
  • 120 g di strutto
  • Un cucchiaino abbondante di miele
  • Un tuorlo d’uovo
  • 1/2 scorza di limone grattugiata
  • 10 g di sale
  • Olio per friggere

Per la crema di ricotta:

  • 500 g di ricotta di pecora
  • 150 g di zucchero
  • 100 g di gocce di cioccolato
  • 20 g di zucca candita a dadini
  • Cannella in polvere q.b.

Per la crema di ceci (alternativa alla crema di ricotta):

  • 400 g di ceci secchi
  • 150 g di zucchero
  • 100 g di gocce di cioccolato
  • Cannella in polvere q.b.
  • Acqua q.b.

Per guarnire:

  • Zucchero a velo q.b.

Informazioni sulle cassatelle

  • Calorie per 100 g
    371 g
  • Grassi per 100 g
    15 g
  • Carboidrati per 100 g
    52 g
  • Proteine per 100 g
    8 g
  • Fibre per 100 g
    4 g

Preparazione delle cassatelle (ravioli dolci)

Per la crema di ricotta

Mettere la ricotta di pecora a sgocciolare in un colino e riporla in frigorifero finché non avrà perso il siero, quindi setacciarla, mescolarla per bene in una terrina insieme allo zucchero e alla cannella in polvere e aggiungere le gocce di cioccolato e la zucca candita a dadini.

Per la crema di ceci

Cuocere i ceci in una pentola a pressione, frullarli e amalgamarli ancora caldi con lo zucchero e la cannella, quindi mettere la crema a raffreddare a temperatura ambiente e, una volta fredda, aggiungere le gocce di cioccolato.

Per la pasta delle cassatelle

Impastare su di una spianatoia la farina, setacciata, con il sale, il miele, lo strutto tagliato a pezzetti, la scorza di limone grattugiata e il tuorlo d’uovo, aggiungendo via via il vino Marsala a filo fino a ottenere una pasta liscia e omogenea. Formare una palla con la pasta, avvolgerla in una pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per almeno 60 minuti.

Definizione delle cassatelle

Stendere l’impasto delle cassatelle fino a che abbia uno spessore di 2 mm circa e ritagliare tanti quadrati lunghi 10-12 cm. Porre un cucchiaio di farcitura al centro di ciascun quadrato e richiudere con l’altra metà di pasta in modo da formare una mezzaluna. Rifinire i bordi delle cassatelle con una rotella dentellata da pasticcere e bucherellarne la superficie cosicché fuoriesca l’aria e non si aprano durante la cottura.

Friggere poco per volta le cassatelle in abbondante olio caldo, rigirandole di tanto in tanto fino a farle dorare, e riporle su carta assorbente in modo che perdano l’olio in eccesso. Quindi cospargere le cassatelle con abbondante zucchero a velo e servirle una volta tiepide.

 

Leggi anche la ricetta delle sfince di San Giuseppe e delle crespelle di riso catanesi al miele