1. Il buccellato è un antico dolce al forno consumato nel periodo natalizio in tutta la Sicilia. Il suo nome deriva dalla civiltà latina, dove il “buccellatum” era un tipo di pane a forma di ciambella incisa lungo i bordi che ricordava vagamente l’attuale buccellato siciliano. In alcune aree il buccellato viene chiamato anche cudduredda, termine siciliano di origine greca che significa “coroncina”. Il buccellato è, infatti, una ciambella di pasta frolla siciliana decorata con frutta candita e farcita con un ricchissimo ripieno di fichi secchi, uva passa, mandorle, scorze d’arancia e altri ingredienti che variano a seconda della zona in cui viene preparato. Popolari forse anche più del buccellato sono poi i buccellatini. Fatti con lo stesso procedimento e gli stessi ingredienti del buccellato, sono biscottini spesso incisi in modo da formare piccole spirali e cornetti. A differenza del buccellato, i buccellatini vengono guarniti con semplice zucchero a velo oppure con glassa di zucchero e perline o codine colorate.

Buccellato | Dolci Siciliani

Ingredienti

Per la pasta del buccellato:

  • 600 g di farina 00
  • 200 g di zucchero
  • 200 g di strutto
  • 2 uova
  • 100 ml di latte
  • Un cucchiaio di miele
  • 5 g di ammoniaca per dolci
  • 1/2 bustina di vanillina
  • Un pizzico di sale

Per il ripieno:

  • 500 g di fichi secchi o conserva di fichi
  • 50 g di gocce di cioccolato
  • 50 g di mandorle tostate tritate
  • 50 g di nocciole tostate tritate
  • 50 g di zucca candita a dadini
  • 50 g di noci tostate tritate
  • 50 g di pistacchi tritati
  • 50 g di uva passa
  • Scorza di un’arancia grattugiata
  • Scorza di un mandarino grattugiata
  • 1/2 bicchiere di Marsala
  • Un cucchiaio di cannella
  • 1/2 cucchiaino di chiodi di garofano

Per guarnire:

  • Conserva di arancia o di albicocca q.b.
  • Frutta candita
  • Acqua q.b.

Informazioni sul buccellato

  • Calorie per 100 g
    353
  • Grassi per 100 g
    17 g
  • Carboidrati per 100 g
    47 g
  • Proteine per 100 g
    7 g
  • Fibre per 100 g
    6 g

Preparazione del buccellato

Per la pasta del buccellato

Impastare su di una spianatoia la farina, setacciata, con lo zucchero, il sale, lo strutto tagliato a pezzetti, le uova, il miele, l’ammoniaca e la vanillina, aggiungendo, appena l’impasto dovesse risultare troppo duro e secco, un po’ di latte fino a ottenere una pasta omogenea e consistente. Formare una palla con la pasta, avvolgerla in una pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per almeno 60 minuti.

Per il ripieno

Sbollentare i fichi secchi e l’uva passa per 5 minuti. Quindi privare i fichi secchi dei piccioli, frullarli e mescolarli a tutti gli altri ingredienti del ripieno.

Definizione del buccellato

Stendere la pasta frolla fino a raggiungere uno spessore di circa 5 mm e formare un rettangolo di lunghezza doppia rispetto alla larghezza. Versare il ripieno lungo tutta la parte centrale della sfoglia e chiudere la sfoglia formando un lungo rotolo. Piegare poi il rotolo su se stesso, bagnare le due estremità e saldarle bene in modo da formare una ciambella. Quindi incidere tutta la superficie del buccellato cosicché si veda il ripieno e cuocere in forno preriscaldato a 200 °C fino a doratura (30 minuti circa).

Una volta cotto, spennellare il buccellato con un cucchiaio di conserva d’arancia o di albicocca sciolta con un po’ d’acqua, quindi rimettere in forno per altri cinque minuti. Trascorso questo tempo, guarnire il buccellato con la frutta candita e lasciarlo intiepidire prima di servirlo.