1. L’11 novembre, giorno dedicato a San Martino di Tours, è usanza siciliana mangiare i biscotti di San Martino, biscotti molto secchi e duri aromatizzati con semi di finocchio o anice. Si tratta di una usanza molto antica, legata ai riti dei contadini vitivinicoli, che in occasione della cosiddetta Estate di San Martino vedevano giungere a maturazione il vino novello, fonte importante della loro economia. Recitando il proverbio “A San Martino ogni mosto è vino”, gli uomini davano, perciò, la stura alle botti e si correva ad assaggiare il vino novello, sperando che fosse di buona qualità. Le donne arrivavano poi con i biscotti di San Martino da poco sfornati e tutti provvedevano a prenderne uno e inzupparlo nel vino novello, nel moscato o in qualche altro vino dolce liquoroso tenuto in casa per le occasioni, in un’atmosfera di speranza e positività impregnata del profumo intensissimo di anice e vino.
    Complice il declino dell’epoca contadina, l’usanza di mangiare i biscotti di San Martino l’11 novembre è sempre meno sentita oggi. Ciò nondimeno questi durissimi biscotti continuano ad avere un loro posto nei forni e nelle pasticcerie, le quali li vendono anche in una sfiziosa versione farcita con marmellata o crema di ricotta e riccamente decorata con una glassa di zucchero che mette gioia al solo guardarli.

Biscotti di San Martino | Dolci Siciliani

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 150 g di zucchero semolato
  • 100 g di strutto
  • 50 g di lievito di birra
  • 20 g di semi di anice
  • Un pizzico di sale
  • Acqua q.b.

Informazioni sui biscotti di San Martino

  • Porzioni di biscotti
    12
  • Preparazione
    4 ore
  • Calorie per 100 g
    340
  • Grassi per 100 g
    13 g
  • Carboidrati per 100 g
    52 g
  • Proteine per 100 g
    8 g
  • Fibre per 100 g
    6,5 g

Preparazione dei biscotti di San Martino

Lavorare la farina con il lievito di birra sciolto in acqua tiepida e amalgamare quindi con lo zucchero, lo strutto, il sale e i semi di anice. Aggiungere acqua fino a ottenere un impasto dalla consistenza della pasta di pane. Tagliare l’impasto a tocchetti lunghi quanto basta per creare delle forme tipo spirale ascendente di circa 3 cm di diametro e adagiare le forme ben distanziate su una teglia ricomperta con carta da forno dove lasciarle lievitare per 2 ore.

Mettere quindi la teglia in forno preriscaldato a 200 °C. Dopo 10-15 minuti sfornare i biscotti, portare la temperatura del forno a 160 °C e infornarli nuovamente per 20-25 minuti fino a doratura.

Lasciare raffreddare in forno per qualche ora, cosa che renderà i biscotti di San Martino più friabili e croccanti.

Ingredienti: